Blog: 8 Modi in cui gli hotel possono gestire il flusso di cassa durante il Coronavirus

Gestire il flusso di cassa durante la crisi

Nei prossimi blog, ho intenzione di dare un’occhiata a cosa gli hotel possono fare per sopravvivere alla pandemia di Coronavirus che attualmente attanaglia il globo. Tutti sanno che il flusso di cassa è fondamentale durante i periodi di crisi. In questo post ti fornirò i primi 8 modi in cui credo che tu possa gestire il flusso di cassa durante questa crisi ora, e forse anche in futuro. Spero che questo post ti aiuti a proteggere i tuoi flussi di entrate e ad essere preparato per quando emergeremo sempre più forti da questo periodo difficile.

Potenzia e Proteggi le tue Entrate

Sia l’incremento che la protezione delle entrate sono componenti chiave della gestione del flusso di cassa. Durante i periodi di crisi è molto facile concentrarsi solo sulla protezione delle entrate. Ciò è rischioso, poiché,mentre è ovvio proteggere i flussi di entrate, i periodi di crisi spesso aprono nuove opportunità. A volte in modi che non ti aspettavi. I mercati finanziari parlano costantemente di diversificazione e credo che gli albergatori dovrebbero adottare lo stesso approccio.

Quindi, ecco i miei primi 4 consigli: per gestire il flusso di cassa durante il coronavirus.
Boost & Protect Your Revenue

1. Sollecita, Sollecita, Sollecita – Sollecita tutti i crediti da riscuotere

Sollecita diligentemente tutti i crediti e le entrate previste. Inizia a controllare tra quelle fatture, ce ne sono alcune in sospeso? Forse molte fatture sono vicine alla loro data di scadenza? Crea un processo per i solleciti, sia vicino alla data di scadenza sia in caso di ritardo. Verifica con i membri dello staff, stanno trattenendo fatture per i servizi già erogati? Falli emettere!

2. Trasforma i rimborsi in buoni regalo

Spinti inizialmente dalla reazione degli OTA, gli hotel e le catene alberghiere sono ora in grado di offrire rimborsi, anche su tariffe precedentemente non rimborsabili. Marriott, InterContinental, Hilton, Hyatt, Wyndham e Best Western hanno tutti rinunciato alle spese di cancellazione o allentato le loro politiche di cancellazione nei paesi colpiti dal coronavirus. La risposta alla protezione del tuo flusso di entrate in uno scenario simile potrebbe essere un buono regalo. Offrendo all’ospite, una carta regalo anziché un rimborso, si evita di restituire denaro agli ospiti quando è più necessario.

Certo, a volte una carta regalo può sembrare una vendita difficile. La chiave è renderlo utile per l’ospite. Cerca di offrire degli extra, qualcosa che non solo attrae l’ospite, ma che li fa sentire come se stessero ottenendo un valore aggiunto. So che funzionerebbe per me!

L’impatto dell’acquisto di una carta regalo è in realtà duplice. In primo luogo, è un regalo adorabile per un membro della famiglia o un amico intimo da riscattare in futuro. In secondo luogo, ti consente di supportare anche le imprese locali. Le aziende stanno gridando con questo tipo di supporto, e il bisogno più grande è chiaramente nel settore dell’ospitalità, proprio come in questo esempio.

Portando questo a un livello completamente nuovo, che ne dici di vendere effettivamente queste Gift Card online? Crea pacchetti di offerte flessibili a valore aggiunto che attirano gli ospiti. Magari utilizzando uno slogan interessante, trovi più in basso alcune idee.

Turn the challenge of hotel refunds on its own head
Tra l’altro, questo articolo, originario del New York Times, mostra che esiste ancora domanda per le camere d’albergo e i voli. I Nomadi Digitali stanno usando questo periodo per trasferirsi nelle posizioni ideali, per continuare a lavorare, ma anche per sfruttare appieno le tariffe basse.

3. Fai un’offerta che non potrà essere rifiutata – Rendila irresistibile

Ora più che mai è il tempo di essere creativi con il tuo marketing, batti le tendenze e offri ai tuoi ospiti campagne irresistibili per soggiorni futuri. Combina cioè che il tuo hotel ha da offrire con le carte regalo (Gift Card) e rendilo irresistibile con uno slogan accattivante come ad esempio “Compra adesso la tua birra e bevila più tardi“, “I blocchi non bloccano i cuori. Sblocca le serrature e acquista regali per i tuoi cari!”. O addirittura: “Stai investendo in quelle azioni a basso costo? Perché non comprare anche vacanze a basso costo?”. Penso che tu abbia capito l’idea.

4. Proprietà multiple? Moltiplica le tue vendite

Se gestisci più proprietà, puoi sfruttare questo vantaggio nelle tue iniziative di generazione delle entrate. Assicurati di raggruppare le tue proprietà simili come un modo per rendere le tue offerte più interessanti. Magari vendendo buoni regalo con offerte di un largo gruppo alberghiero oppure offerte che incorporano una selezione di hotel tra cui scegliere. Forse ogni hotel può avere un bonus aggiuntivo individuale come ad esempio un pacchetto spa oppure una cena al ristorante ecc.

Controlla i tuoi costi

La seconda parte di questo post si concentra sul monitoraggio dei costi. Sebbene l’accento sia posto sulla protezione e l’aumento delle entrate, il controllo dei costi è una parte altrettanto fondamentale della gestione del flusso di cassa. Ora, più di prima, è importante esaminare attentamente le spese, per avere una forte padronanza del flusso di cassa proveniente dalla tua attività alberghiera.

Quindi, ecco i prossimi 4 suggerimenti per la gestione del flusso di cassa durante il coronavirus.

1. Disattiva tutti i servizi non essenziali

La tua priorità numero 1 deve essere quella di disattivare tutti i servizi non essenziali. Rifletti ed esamina i servizi di cui puoi fare a meno. Prima di rinunciare completamente si servizi, considera quali opzioni hai. Ci sono servizi che possono essere messi in pausa anziché annullati? Sono sicuro che molti partner e fornitori sarebbero disposti a supportarti per trovare una soluzione che aiuti tutti a sopravvivere.

2. Distribuisci il costo

Se hai in corso un aggiornamento delle attrezzature o dei lavori di ristrutturazione e hai scelto di pagare tutto in una volta, forse potrebbero esserci delle opzioni di pagamento alternative. Collabora con i tuoi fornitori per esaminare i ritardi nei pagamenti o, ancora meglio, esamina le opzioni di leasing. Il passaggio a contratti di leasing potrebbe consentirti di distribuire il costo di un investimento, ma coprendo il costo solo quando i flussi di ricavi tornano ai livelli normali, il che significa che si è preparati per l’eventuale ripresa.Spread the cost

3. Accedi ai contributi governativi

Penso che questo sia ovvio per molti ora, ma i governi di tutto il mondo hanno creato pacchetti di supporto straordinari per aiutare le aziende. Il mio consiglio è controllare e ricontrollare ed assicurarsi di sapere a cosa ha diritto la tua attività. Questi contributi potrebbero essere sufficienti per farti superare questo periodo di crisi!

4. Evita licenziamenti e trova alternative

Il passo finale ovviamente è lavorare con il tuo staff per trovare una soluzione alle spese di personale. Cerca il sostegno del governo per i tuoi dipendenti ed i loro salari. Scopri quali dipendenti possono usufruire di assenze volontarie e quali essere presi in considerazione per un congedo non pagato. Ove possibile, evita di licenziarli, perché quando ne usciremo avrai sicuramente bisogno di quegli operai con esperienza per guidare la tua nave nella ripresa.

null

Simon I’Anson è il Chief Strategy Officer in Hoist Group, il cui obiettivo principale è trovare nella miriade di soluzioni tecnologiche avanzate di Hoist Group la loro legittima dimora in alcuni dei più grandi hotel del mondo. Con oltre 15 anni di esperienza nell’ambito della tecnologia dell’ospitalità, sta condividendo le sue preziose intuizioni attraverso questi post. Al di fuori del lavoro è un grande fan di molti sport, tra cui il rugby e il tennis, ama passare il tempo con la sua famiglia e gli piace il tipo di musica che dovrebbe essere portato a massimo volume. Puoi trovare di più su di lui qui – LinkedIn